Contraccettivi maschili


Contraccettivi maschili

È possibile parlare di contraccettivi maschili in quanto, rispetto al passato, gli uomini sono maggiormente disposti ad assumersi la responsabilità di evitare il rischio di una gravidanza indesiderata, e circa un quinto delle coppie in tutto il mondo si affida all’utilizzo di contraccettivi maschili. La scienza e la ricerca medica sono continuamente all’opera per mettere a disposizione degli uomini dei contraccettivi maschili la cui efficacia e affidabilità corrispondano a quelle dei sistemi anticoncezionali ormonali standard.

I contraccettivi maschili, prevedono un numero molto più ridotto rispetto agli strumenti a disposizione delle donne per la prevenzione dal rischio di gravidanza, e consistono nel profilattico, che rappresenta un metodo di barriera, la pillola maschile, l’unico farmaco ormonale di uso orale studiato per i soggetti di sesso maschile, il coito interrotto, molto diffuso ma inaffidabile, e infine la vasectomia, ideale per gli uomini che hanno già pianificato una vita familiare.

Contraccettivi maschili: profilattico

Il profilattico è il più utilizzato tra i contraccettivi maschili, poiché garantisce una copertura dal rischio di gravidanza del 98%, se usato correttamente, ed è l’unico metodo anticoncezionale capace di offrire efficace protezione dalle malattie a trasmissione sessuale. Il profilattico consiste in una guaina in lattice (o in poliuretano per i soggetti che manifestano allergia al profilattico in lattice), che viene applicata sul pene e funge da barriera per gli spermatozoi, a cui viene così impedito l’accesso all’interno dell’utero poiché restano intrappolati nel profilattico.

Tra i contraccettivi maschili il profilattico è l’unico metodo anticoncezionale che non provoca alcun effetto collaterale, oltre ad offrire la comodità di essere utilizzato solo al momento del rapporto sessuale. È di facile reperimento e non comporta costi elevati. Il profilattico può presentare però degli svantaggi, tra cui quello di minare la spontaneità del rapporto sessuale a causa della pausa tra i preliminari e l’atto stesso, necessaria per il suo inserimento. Inoltre, alcuni individui lamentano che il profilattico riduca la sensibilità durante il rapporto.

Contraccettivi maschili: pillola maschile

La pillola maschile rappresenta tra i contraccettivi maschili il primo farmaco anticoncezionale ormonale per uomini. La pillola maschile si basa sulla combinazione di testosterone, un ormone steroideo del gruppo androgeno, e un progestinico artificiale, in modo del tutto analogo a quanto avviene per la pillola femminile. I pazienti che assumano regolarmente la pillola maschile possono beneficiare della protezione dal rischio di gravidanza dopo circa tre mesi dalla prima somministrazione.

La pillola maschile attualmente è ancora in fase di sperimentazione, e i dati al momento conosciuti permettono di affermare che questo farmaco per la prevenzione dal rischio di gravidanza, non produce evidenti effetti collaterali né sulla prostrata né sulla pressione arteriosa, inoltre l’effetto della pillola maschile dovrebbe essere reversibile, ovvero i livelli di fertilità dovrebbero rientrare nella norma in circa sei mesi dalla sospensione del medicinale.

Contraccettivi maschili: coito interrotto

Il coito interrotto, rientra tra i contraccettivi maschili essendo utilizzato da numerosi uomini come metodo per la prevenzione dal rischio di gravidanza. Prevede un rapporto sessuale non portato a termine, infatti consiste nel ritirare il pene fuori dalla vagina subito prima dell'eiaculazione, che quindi avviene all’esterno della vagina stessa. Questo, tra i metodi contraccettivi maschili, è assolutamente il meno affidabile, poiché dipende esclusivamente dalla capacità dell’uomo di controllare il proprio riflesso eiaculatorio.

Inoltre, può verificarsi che già prima dell'eiaculazione vera e propria vi sia una fuoriuscita incontrollata di piccole quantità di liquido seminale fertile, e ancora, nel caso in cui l'uomo abbia eiaculato all'esterno della vagina, è comunque necessario fare attenzione che gli spermatozoi non entrino in contatto con le mucose vaginali in altro modo. Oltre alla totale inaffidabilità di questo metodo per evitare il rischio di gravidanza, il coito interrotto può compromette la qualità del rapporto sessuale e dell’orgasmo, sia maschile che femminile.

Contraccettivi maschili: vasectomia

La vasectomia, tra i contraccettivi maschili, è indubbiamente il metodo più invasivo, poiché si tratta di un procedimento irreversibile. Consiste nella sterilizzazione dell’uomo mediante un intervento chirurgico in cui il medico recide i condotti spermatici e ne sigilla le estremità. La vasectomia impedisce l'espulsione degli spermatozoi ma non compromette in alcun modo la libido, la capacità di erezione e l'eiaculazione.

Tra i contraccettivi maschili, la vasectomia è la più efficace nel prevenire il rischio di gravidanza, tuttavia, è importante ricordare che, nonostante sia un’eventualità molto rara, la gravidanza è possibile anche dopo l’intervento. In alcuni casi è stato possibile rendere reversibile la sterilizzazione, ma l’operazione inversa prevede procedure chirurgiche costose ed invasive, oltre al fatto che il successo non è garantito.

Affidati agli Esperti
Parla con uno dei nostri addetti del Servizio Clienti, siamo a tua disposizione!

Spedizione
24ORE
Il nostro Servizio:
  • Passo 1
    Scegli il trattamento desiderato fra quelli disponibili sul sito.
  • Passo 2
    Effettua la Registrazione e completa la consultazione medica in maniera sicura e confidenziale.
  • Passo 3
    Seleziona la modalità di pagamento e spedizione più adatte alle tue esigenze. Consegneremo il trattamento direttamente sulla porta di casa tua o dove più ti è comodo.
  • Maggiori Informazioni>